Lions Club Roma San Paolo

Lions Club Roma San Paolo

Passaggio della Campana

Passaggio della Campana
Luglio 30
00:51 2018

Il 14 luglio scorso, il Lions Club Roma San Paolo ha svolto il Passaggio della Campana, tra il Presidente Guido Petrocelli e il Presidente entrante Michele Salvemini.

Il Presidente uscente Petrocelli ha riassunto gli obiettivi raggiunti dal club, durante l’anno, dove, tra l’altro, si è continuato a sostenere, con forza, il Villaggio So.Spe., casa di accoglienza per bambini e madri oggetto di violenze e di abusi. Il corso di BLSD per 20 operatori, in collaborazione con l’VIII Municipio di Roma, e la disponibilità a fornire un defibrillatore. Le varie attività culturali e a supporto delle esigenze dei più deboli del territorio hanno completato il discorso conclusivo del Presidente Anno Sociale 2017-2018, Guido Petrocelli, che ha ringraziato tutti i soci e coloro che hanno aiutato il club a raggiungere i suoi obiettivi.

Il nuovo anno sociale si apre con la Presidenza di Michele Salvemini, che ha ricordato il momento di difficoltà che sta vivendo l’associazionismo e, di conseguenza, il lionismo. Per questo pensa che si debba tornare ad occuparsi del ‘We Serve’, del servizio ai più deboli. Perché le esigenze sono aumentate, perché gli egoismi e i razzismi sono all’ordine del giorno. Ha evidenziato i punti principali del programma, che si baseranno alcuni elementi portanti.

  1. Incremento soci e recupero dei soci meno attivi.
  2. Miglioramento clima di amicizia e collaborazione attraverso attività di socializzazione, servizio e attività specifiche a dedicate a tutti i soci e ad aspiranti soci.
  3. Ritorno al Service come primario obiettivo e maggiore focalizzazione sulle esigenze dei deboli del territorio in cui insiste il club.
  4. Progettazione accurata, attraverso un team specializzato, per fare nuovi service importanti e limitati nel numero, per non disperdere le risorse.
  5. Cooperazione con altri club e con chi intende supportare i progetti di servizio, anche non proposti da noi.
  6. Ricerca di nuove forme di finanziamento/sponsorizzazione, anche Fondazioni, attraverso corretta comunicazione e programmazione
  7. Utilizzo tecnologie di video comunicazione e conf-call per partecipazione a riunioni anche da remoto.

Sui Service il club si muoverà su alcune direttrici principali:

  1. Il sostegno al Villaggio So.Spe. in una nuova forma che passa prevalentemente dal supporto professionale e dalla raccolta fondi su un progetto specifico, nuovo, da individuare con Suor Paola e il club.
  2. Progetto Poliambulatorio, in collaborazione con So.San. e VIII Municipio di Roma, dedicato a chi è più debole nel territorio, ragazze madri, bambini, anziani e famiglie in difficoltà, in cui si darà un primo supporto specialistico e, in caso di necessità, si aiuteranno, anche amministrativamente, a raggiungere una struttura pubblica di assistenza. Potrà essere prevista anche un’attività di trasporto gratuito per persone con disabilità, non più assistite da enti comunali, dall’abitazione alle scuole e viceversa.
  3. Progetto educazione alla Legalità, per Scuole Medie e Superiori, in collaborazione con Scuole, Avvocati, Magistrati, Pubblica Sicurezza, che con il linguaggio dei ragazzi possa sviluppare delle lezioni che parleranno di Costituzione, Diritti e Doveri dei Cittadini. A conclusione di questo percorso, alla presenza dei ragazzi e insegnanti che avranno partecipato al progetto, ci sarà un grande evento conclusivo, con consegna del Melvin Jones Fellow, il massimo riconoscimento Lions, a personaggi che hanno lottato e lottano contro tutte le mafie e le violenze.

Il Lions Club Roma San Paolo chiederà l’aiuto di tutti coloro che vorranno aiutarli a realizzare questi progetti con l’obiettivo di rendere il nostro territorio un ‘Mondo migliore’.

Presidente del Club Michele Salvemini

Canali

Archivio Articoli